Ubuntu: usernameXYZ is not in the sudoers file

Quest’oggi, come ogni buon Lunedì, è capitato questo errore su un server Linux, con base Ubuntu Server:

usernameXYZ is not in the sudoers file

Questo errore capitava nel momento in cui si cercava di dare un comando sudo o accedere come root tramite sudo -s.
La macchina inoltre non riconosceva nemmeno la password di root, misteri di Linux.

Di seguito la procedura che ha consentito il ripristino della macchina:

Reset della password di root
Per accedere ad una macchina linux con accesso di root ho seguito la seguente procedura:

– Avviare il PC e premere ESC alla partenza di Grub.
– Premere il tasto “e” e selezionare la riga che contiene l’immagine del kernel e pigiare dii nuovo “e”.
– Scorrere la riga alla fine e aggiungere rw init=/bin/bash , premi Enter dopodichè “b” per riavviare.
– Al restart accederete alla console bash senza autenticazione;
– digitate passwd root per definire la nuova password.

Fonte: http://exploit.blogosfere.it

Dopodiché ho acceduto alla macchina in recovery mode tramite grub:

Aggiunta dell’utente usernameXYZ alla lista di amministratori

– Premere ESC all’avvio di grub
– Selezionare la voce recovery mode (solitamente la seconda) e dare invio
– Una volta completato il boot inserire la password precedentemente aggiornata

Una volta acceduto ho aggiunto il mio utente alla lista di amministratori con il comando (ovviamente cambiate usernameXYZ con il vostro username):

adduser usernameXYZ admin

Approfondisci

[OPTIMIZE TABLE] Ottimizzare le tabelle in Plesk

Ho avuto la necessità di lanciare il comando di optimize table su tutte le tabelle di tutti i database in Plesk.
Le varie documentazioni che si trovano in rete si occupano dell’ottimizzazione di un singolo database.

Nel mio caso il server Plesk gestisce una cinquantina di database e questo comando mi ha risparmiato molto tempo :)

Loggatevi in ssh al vostro server Plesk e lanciate:

mysqlcheck -u admin -p --optimize --all-databases

Vi verrà richiesta la password del vostro Mysql (che di standard è quella del vostro Plesk).
Verrà quindi lanciato il comando di ottimizzazione delle tabelle su tutti i vostri database.

In base alla mole di dati potrebbe impiegarci un bel pò, nel mio caso è stato abbastanza rapido (5 minuti).

Approfondisci

Debian con Plesk 9 – /etc/cron.daily/logrotate: syntax error at 168

Dopo l’installazione di un server Debian 4.0 (etch), ogni notte, al lancio dei vari cron, ricevevo queste email dal server:

/etc/cron.daily/logrotate:
syntax error at 168
error: error running postrotate script for /var/log/syslog
run-parts: /etc/cron.daily/logrotate exited with return code 1

Googlando purtroppo ho trovato tante informazioni diverse, chi consigliava di reinstallare pacchetti, chi addirittura l’intera distribuzione.
Mi sembrava però fattibile la soluzione, in fondo è un banale errore di sintassi su di un file…
L’unico problema è che, come capita spesso, l’errore di sintassi non è sui file descritti dalla mail, bensì su file di configurazione inclusi, in particolare in:

/etc/syslog-ng/syslog-ng.conf

Se lanciate infatti il comando di controllo della sintassi:

syslog-ng --syntax-only

Il vostro sistema vi restituirà l’errore di sintassi:
syntax error at 168

ATTENZIONE
Tutte le procedure che vi descriverò sono da fare con permessi di root. Vige sempre la regola del backup compulsivo, copiate il file prima di fare le modifiche.

Apriamo il file con il nostro editor preferito (nano ad esempio), e andate alla riga 168. E’ sufficiente commentare le tre righe incriminate:

filter f_messages { not (facility(news) or filter(f_iptables)) or filter(f_mailwarn); };
# Commentate queste tre righe
# level(info,notice,warn)
# and not facility(auth,authpriv,cron,daemon,mail,news);
# };

Salvate e chiudete il file, e controllate che non ci siano altri errori:
syslog-ng --syntax-only

La notte seguente non dovreste più ricevere la mail di notifica :)

Approfondisci